L’Italiana in Algeri è un evento cittadino

Con la prima pisana de L’Italiana in Algeri, al Teatro Costanti il 16 novembre 1814 a un anno e mezzo dalla prima assoluta veneziana, il giovane Gioachino Rossini si presentò per la prima volta al pubblico della nostra città. L’opera fu rappresentata con successo per alcuni anni nel teatro che poi fu Ravvivati e Rossi fino al 1828, prima di venire “dimenticata” fino alla messa in scena al Teatro Verdi nel 1983 a cui è seguita solo un’altra occasione nel cartellone 2007/2008. Ecco perché L’Italiana in Algeri che chiude la Stagione Lirica di quest’anno sabato 10 e domenica 11 marzo, firmata dal grande artista Ugo Nespolo per scene e costumi, da Stefano Vizioli per la regia, e diretta da Francesco Pasqualetti, è un grande evento per Pisa.  Continua a leggere

Giovane danza d’autore giovedì al Sant’Andrea

Dalla parodia delle televendite di Wanna Marchi alla dipendenza dall’alcol, al fiorire e sfiorire di un amore per coppia al maschile: questi i temi affrontati con ironia, colori sgargianti e nuovi mix tra linguaggio coreografico e teatrale dalle tre compagnie selezionate tra le centinaia di realtà della giovane danza d’autore italiana che ogni anno partecipano al bando del network Anticorpi XL. A Pisa al Teatro Sant’Andrea giovedì 1° marzo What Happened in Torino, di e con Andrea Costanzo Martini, Beviamoci su_no game, spettacolo per 3 danzatori prodotto da Compagnia MF, Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei, e Yellowplace, di e con Mattia Russo e Antonio de Rosa. Alla fine dello spettacolo, incontro/conversazione con i coreografi a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza.
Continua a leggere

Questi fantasmi!, un’attualità sconcertante

Penultimo appuntamento della Stagione di Prosa del Verdi con una Compagnia che nel nostro Teatro è di casa: la Elledieffe, Compagnia di Teatro di Luca De Filippo che dopo la scomparsa del figlio del grande Eduardo nel 2015 è diretta da Carolina Rosi, in tournée nei teatri italiani con Questi fantasmi! per la regia di Marco Tullio Giordana, fa tappa a Pisa sabato 24 e domenica 25 febbraio. Sabato alle 18 in Sala Titta Ruffo è previsto un incontro con il pubblico. Oltre alla Compagnia (tra gli interpreti principali Gianfelice Imparato, Carolina Rosi e Nicola Di Pinto), interviene la professoressa Anna Barsotti, docente di Storia del teatro e dello spettacolo dell’Ateneo pisano e grande esperta del teatro eduardiano.  Continua a leggere

Ouvertures – teatro aperto per lo Spellbound Contemporary Ballet e Rossini

Mauro Astolfi e il suo Spellbound Contemporary Ballet tornano a Pisa nella stagione di danza venerdì 16 febbraio alle 21: visto il legame affettuoso col nostro teatro, per accogliere il coreografo romano con un pubblico il più numeroso possibile, il Verdi  propone una speciale promozione San Valentino “2 biglietti al prezzo di uno”. In scena 9 artisti della compagnia per Rossini Ouvertures: un omaggio danzato al compositore pesarese  di cui riconosceremo tra le altre le note celeberrime del Guglielmo Tell, della Cenerentola e del Barbiere di Siviglia, tradotte in una danza estrema e piena di vitalità.

Continua a leggere

La giovane danza d’autore torna al Sant’Andrea

La danza contemporanea torna nel suggestivo spazio del Sant’Andrea il prossimo mercoledì 7 febbraio alle 21, con il lavoro di Daniele Albanese, vincitore di CollaborAction 2016/17, articolata forma di sostegno economico e promozionale di giovani coreografi indipendenti italiani, permettendo così di consolidare il loro percorso autoriale. Von, titolo semplice ma enigmatico, preso in prestito dalla lingua tedesca, rimanda ad un altrove non definito. Continua a leggere

Il West di Puccini

La Stagione Lirica del Teatro di Pisa procede a inizio febbraio con il penultimo dei setti titoli in cartellone. La fanciulla del West di Giacomo Puccini, firmata da Ivan Stefanutti e diretta dal M° James Meena, torna sul palcoscenico del Verdi sabato 3 e domenica 4 dopo un’assenza che durava dalla Stagione 2001. All’opera è dedicata la presentazione-aperitivo di sabato 27 gennaio alle 11 nel Foyer. Interverranno Stefano Vizioli, direttore artistico del Verdi, il musicologo e critico musicale Cesare Orselli e Aldo Tarabella, direttore artistico del Teatro del Giglio di Lucca che è capofila di questa coproduzione che ha inaugurato la Stagione Lirica lucchese. La prima pisana della Fanciulla di Puccini fu al Verdi il 28 febbraio 1915.  Continua a leggere

Il Vangelo secondo Pippo Delbono

Sabato 27 alle 21 e domenica 28 alle 17 al Teatro Verdi di Pisa in scena Vangelo di Pippo Delbono, spettacolo corale, musicato da Enzo Avitabile, danzato dagli attori del Teatro Nazionale Croato, un messaggio d’amore, blasfemo e autobiografico come tutte le produzioni di Delbono. Sabato pomeriggio alle 18.30 il regista incontra il pubblico insieme ad Augusto Sainati, domenica pomeriggio alla fine della replica brindisi con attori e pubblico. Pochi i biglietti ancora disponibili. Continua a leggere

Haber per tutte le età

Negli ultimi anni è stato Bukowski, Craxi, ma anche Zio Vanja e l’Arpagone di Molière, nei teatri italiani e a Pisa, dove sarà applaudito ancora i prossimi 20 e 21 gennaio come padre, Il Padre, malato di Alzheimer sorretto dalla figlia interpretata da Lucrezia Lante della Rovere, in un percorso delicatissimo di spaesamento e poesia, che mette a dura prova gli affetti familiari, specie quando ci si trasferisce tutti nella stessa casa. Lo spettacolo, scritto dal francese Florian Zeller, si è aggiudicato il Prix Molière del 2014 come miglior spettacolo dell’anno, ed è approdato in Italia con la regia di Piero Maccarinelli e l’interpretazione di Alessandro Haber.

Continua a leggere

Iris con tanto Giappone

In prima pisana il 20 marzo 1904, l’Iris di Mascagni fu l’ultima opera lirica rappresentata nel nostro teatro sotto l’originaria denominazione di Teatro Nuovo. Al Verdi verrà riproposta in sole altre otto occasioni fino alla Stagione 2006/2007. La “decima” pisana di Iris, in versione integrale, è sabato 13 e domenica 14 gennaio, in una nuova coproduzione tra il capofila Teatro Goldoni di Livorno, il Kansai Nikikai Opera Theater di Osaka, il Teatro di Pisa e il Teatro del Giglio di Lucca. Per la regia di Hiroki Ihara, presentata in anteprima a Osaka lo scorso maggio, è un’Iris più giapponese che mai. Alle 11 di sabato la presentazione-aperitivo nel Foyer, coordinata da Stefano Vizioli, con interventi del direttore artistico del Goldoni Alberto Paloscia, del M° Daniele Agiman e del soprano Paoletta Marrocu.  Continua a leggere