Divieto d’accesso per innamorati

Romeo e Giulietta secondo lo Junior Balletto di Toscana è una tragedia del terzo millennio. Il coreografo Davide Bombana inscena la sconfitta dell’amore sovrapponendo agli amanti veronesi di Shakespeare la storia vera di una coppia di giovani uccisi da un cecchino a Sarajevo 20 anni fa. A danzare gli eccellenti interpreti della compagnia fiorentina diretta da Cristina Bozzolini sulle musiche originali del balletto di Prokofief. Al Verdi di Pisa giovedì 16 febbraio alle 21, a seguire incontro con il coreografo e la giornalista Silvia Poletti.

Continua a leggere

Tre studi: Danio Manfredini a Pontedera

Se uno spettacolo del 1992 continua a fare il tutto esaurito ovunque venga riproposto, vuol dire che chi lo ha visto torna a rivederlo, e chi non lo ha visto ne ha sentito parlare e vuole vederlo. È il caso dei Tre Studi per una crocifissione, di e con Danio Manfredini, attore, poeta, drammaturgo, cantante, pedagogo, operatore con i disabili psichici, vincitore di quattro premi Ubu. Un record di repliche per un lavoro che evoca un altro record: trae spunto infatti dal Trittico Lucian Freud di Francis Bacon del 1969, battuto all’asta da Christie’s nel 2013 per 142 milioni di dollari, il prezzo più alto mai pagato per un lavoro di pittura. E anche se la casa d’asta non ha mai confermato l’identità del compratore, sembra che i tre dipinti abitino qui vicino, a casa del presidente dell’acqua Uliveto. Tre differenti ritratti dell’amico pittore per Bacon, tre ritratti di uomini ai margini dell’esistenza per Manfredini: un malato mentale, un transessuale, un extracomunitario. Venerdì 17 febbraio alle 21 al Teatro Era di Pontedera. Domenica 19 alle 18.30. Cinema Cielo, Premio Ubu per la regia a Manfredini nel 2004. Sabato 18 alle 18 Manfredini incontra il pubblico con gli allievi di un laboratorio di scrittura critica insieme alla prof.ssa Barsotti. Continua a leggere

Un Cappello marcato Opera Studio

Il solo precedente pisano de Il Cappello di Paglia di Firenze risale al 2001 per la regia di Attilio Corsini e segnò l’esordio di un allora neonato Progetto Opera Studio. Sabato 11 e domenica 12 febbraio, dopo le prove aperte e la promozionale per scuole, associazioni del sociale e operatori del turismo di venerdì, l’opera di Nino Rota torna in scena al Verdi ancora per LTL Opera Studio in un nuovo allestimento del Teatro di Pisa coprodotto con il Teatro Goldoni di Livorno e il Teatro del Giglio di Lucca. Sul podio, il M° Francesco Pasqualetti è alla guida dell’Orchestra Giovanile Italiana, la regia è di Lorenzo Maria Mucci. Nel Foyer del Teatro, proseguendo nella bella consuetudine inaugurata con il Flauto Magico, sono in mostra i disegni ispirati dal Cappello di Paglia ad alunne e alunni delle Scuole Secondarie Inferiori di 1° Grado “L. Fibonacci” e  “G. Toniolo”.  Continua a leggere

Una giornata particolare

Una giornata particolare, tra memoria storica e solitudine di anime, sarà il prossimo 28 gennaio, quando sarà possibile rivivere il film di Ettore Scola con Sophia Loren e Marcello Mastroianni nell’adattamento teatrale con Giulio Scarpati e Valeria Solarino, che raccoglie con grazia bellezza e intensità la difficile eredità della Loren. Alle 6 del pomeriggio, nel Foyer del Verdi, la Compagnia incontrerà il pubblico per presentare lo spettacolo in programma alle 21, e alle 17 di domenica 29.

Continua a leggere

Solfrizzi è il borghese gentiluomo

Per il quarto appuntamento del cartellone, che segna il giro di boa della Stagione Teatrale 2016/17 del Teatro di Pisa, torna Emilio Solfrizzi dopo il successo ottenuto con Feydeu nella scorsa annata. E torna protagonista in un altro grande classico del teatro francese: Il borghese gentiluomo, uno dei capolavori di Molière, è al Verdi sabato 21 e domenica 22 gennaio per la regia di Armando Pugliese, traduzione e adattamento di Annarosa Pedol. Per lo spettacolo sono pochi i biglietti rimasti disponibili.  Continua a leggere