Manon come in Iran

La Stagione Lirica del Teatro di Pisa prosegue venerdì 13 e domenica 15 gennaio con uno dei massimi capolavori del melodramma italiano alle soglie del Novecento: Manon Lescaut di Giacomo Puccini. La prima rappresentazione al Teatro Regio di Torino nel 1893, accolta con grande entusiasmo dalla critica e dal pubblico, costituì il successo più immediato per Puccini segnando una svolta nella carriera del compositore, con tutte le premesse per la sua affermazione a livello internazionale. Sono ancora disponibili biglietti per l’atteso appuntamento con questo grande titolo, che si ripresenta dopo quasi sei anni di assenza dalle tavole del nostro palcoscenico.  Continua a leggere

Don Pasquale, trentuno anni dopo

Poco più di un mese dopo il grande successo di Norma, titolo di esordio della Stagione Lirica 2022/2023, al Verdi è l’ora del secondo appuntamento: venerdì 2 e domenica 4 dicembre è la volta di Don Pasquale. Opera buffa in tre atti con la musica di Gaetano Donizetti, rappresentata in prima assoluta a Parigi nel 1843, contiene alcune tra le pagine più belle del repertorio lirico di ogni tempo e rimane uno dei titoli più proposti nei teatri di tutto il mondo. Assente dal nostro palcoscenico dalla Stagione 1991, quest’anno è presentata nella nuova produzione del Teatro di Pisa con allestimento della Fondazione Teatro Comunale di Bologna.  Continua a leggere

Con Norma una grande apertura di Stagione Lirica

Avvio in grande stile della Stagione Lirica 2022/2023 del Verdi. Norma, capolavoro di Vincenzo Bellini, tragedia lirica in due atti su libretto di Felice Romani, è in scena sabato 29 e domenica 30 ottobre nel nuovo allestimento del Teatro di Pisa e Circuito OperaLombardia. Regia di Elena Barbalich, scene e costumi di Tommaso Lagattolla, luci disegnate da Marco Giusti. L’opera torna ad essere presentata al pubblico della nostra città soltanto per la seconda volta negli ultimi venticinque anni, seguendo la messa in scena della Stagione 2009/2010.  Continua a leggere

L’opera di Eduardo

Si chiude la Stagione Lirica del Teatro di Pisa, con l’ottavo titolo presentato sotto il “marchio” del progetto LTL Opera Studio, il laboratorio permanente di formazione, specializzazione e perfezionamento per le professioni del teatro musicale che da oltre vent’anni unisce i tre Teatri di Tradizione della costa toscana. Napoli Milionaria, l’opera tratta dall’omonima commedia di Eduardo De Filippo e musicata da Nino Rota, al Verdi sabato 19 e domenica 20 marzo, è infatti frutto della coproduzione tra il nostro Teatro, il capofila Teatro del Giglio di Lucca e il Teatro Goldoni di Livorno, in ripresa dell’allestimento del 2013 che riscosse un grande successo di pubblico e critica.  Continua a leggere

Il Verdi torna a produrre con Giulio Cesare

È una grande nuova produzione del Teatro di Pisa, la settima opera del Cartellone lirico 2021/22: dopo la prova generale aperta alle scuole e alle realtà sociali, venerdì 25 e domenica 27 febbraio è al Verdi Giulio Cesare, opera in tre atti capolavoro di Georg Friedrich Händel su libretto in lingua italiana di Nicola Francesco Haym, rappresentata per la prima volta nella nostra città. Orchestra Auser Musici, Direttore Carlo Ipata. Soltanto per sopravvenuti impedimenti, il Direttore Artistico M° Enrico Stinchelli è sostituito alla regia dell’opera dal M° Matteo Mazzoni.  Continua a leggere

Dietro la quinta del Werther

La prima opera del 2022, la sesta della Stagione Lirica in corso, è un titolo poco frequentato nella storia del nostro Teatro. Werther di Jules Massenet, dramma lirico in quattro atti su libretto di Édouard Blau, Paul Milliet e Georges Hartmann, tratto I dolori del giovane Werther di Johann Wolfgang von Goethe, sabato 15 e domenica 16 gennaio è al Verdi soltanto per la quinta volta nei 130 anni trascorsi dalla prima assoluta di Vienna del 1892. La prima pisana fu nel 1912, vent’anni dopo, seguita molto più tardi dalle rappresentazioni del 1961 e del 1970, prima di quella in chiusura di stagione nel dicembre del 1999. La regia di questo nuovo allestimento è dell’ex direttore artistico del Teatro di Pisa Stefano Vizioli.

Continua a leggere

Lungo weekend d’opera (dal vivo e online)

Un lungo weekend lirico in teatro… e a casa. Al Verdi sabato 4 e domenica 5 dicembre il quinto titolo della Stagione operistica è l’elogiata coproduzione María de Buenos Aires, presentata al Ravenna Festival lo scorso luglio sotto l’egida dell’Ambasciata Argentina, celebrazione del centenario di Astor Piazzolla. Ma a partire da venerdì 3, fino al 5, quelli che sono stati i primi tre titoli settembrini, la Trilogia Popolare Verdiana, saranno visibili online sui canali web e social del Teatro, per un’opera al giorno. Questa triplice produzione lampo presentata in un’opera a settimana, pensata in origine per una duplice fruizione sul palco e in video, raggiunge così la sua destinazione finale.  Continua a leggere

Carmen al femminile

Si apre la Stagione Lirica “regolare” 2021/22 del Teatro di Pisa, dopo la Tosca estiva al Giardino Scotto e la Trilogia Verdiana di settembre, presentata come in forma di festival. All’insegna della storica collaborazione con il Teatro Goldoni di Livorno, sabato 13 e domenica 14 novembre un titolo raramente proposto nei cartelloni italiani: La Tragédie de Carmen, opera teatrale e cinematografica dell’iconico regista Peter Brook, sostenuto da Marius Constant per la trascrizione musicale e dallo sceneggiatore Jean–Claude Carrière per il testo.  Continua a leggere

L’Opera, il Teatro e la Città

Con il successo della Traviata di domenica 12 si è ripreso il cammino iniziato con la Tosca allestita a inizio agosto nella bellissima cornice del Giardino Scotto. Un cammino che ora, con questo primo capitolo di una trilogia verdiana con tre titoli in tre settimane, ha finalmente riportato il pubblico ad assistere a un’opera all’interno del nostro Teatro, che del Maestro di Busseto porta il nome da quasi centoventi anni. Qui, dove da troppo tempo mancava questo pubblico, le prossime domeniche 19 e 26 settembre Rigoletto e Trovatore faranno ancora segnare l’esaurimento dei posti disponibili, pur ridotti per le note norme emergenziali.  Continua a leggere

A settembre in Teatro

La Fondazione Teatro di Pisa ha finalmente potuto annunciare una riapertura completa dopo questo lunghissimo periodo di chiusura forzata per l’emergenza sanitaria. Dopo la prima apertura dello scorso autunno con l’evento inaugurale gratuito dei Concerti della Normale, la riapertura in maggio con Esodo di Simone Cristicchi, il Galà di Voci Liriche e i saggi di fine laboratorio di Fare Teatro, nel corso di un’altra conferenza stampa nel Foyer del Teatro sono state presentate le Stagioni 2021/22, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Pisa Pierpaolo Magnani. Un carnet ancora particolarmente ricco con cui si andranno a intrecciare altre iniziative, tra cui la consueta intensa attività formativa.  Continua a leggere