I nuovi corsi di Fare Teatro

Questa settimana, dopo una prima conferenza stampa di presentazione, verranno illustrati nel dettaglio i corsi di Fare Teatro. L’ormai storico programma di attività formative del Teatro di Pisa quest’anno si propone l’obiettivo di ripartire “a pieni motori”, ma anche di sviluppare una riflessione su “come” ripartire. Non pare ancora possibile riproporre i percorsi in maniera meccanica e routinaria, sembra bensì sempre più necessario individuare un tema che faccia da spina dorsale a tutti i laboratori, collegandoli e legittimandoli provando a essere una risposta ai tempi attuali. Le presentazioni dei corsi si svolgeranno nella Sala Titta Ruffo del Teatro il 7 e l’8 ottobre.  Continua a leggere

Quattro spettacoli per Fare Teatro

Per quanto fosse auspicabile, la buona notizia è questa: tutti i laboratori di formazione del Teatro di Pisa, pensati prima della pandemia e necessariamente reinventati per uno svolgimento interamente a distanza, stanno per avere un esito scenico. Tra giugno e luglio, con un esordio al Giardino Scotto e poi al Verdi, un programma di quattro spettacoli di Fare Teatro sotto il titolo di Bel mortale canta ancora. Quattro eventi che, come affermato dal responsabile delle attività formative Luca Biagiotti, vogliono essere una grande festa. Una ripartenza col botto dopo i lunghi mesi di lavoro online con un denominatore comune a tutti i percorsi: la coltivazione della fantasia e della creatività, proprio in un periodo in cui questa capacità è stata messa in pericolo. Tutti i biglietti al costo unico di 10 euro.  Continua a leggere

Record di iscrizioni per Fare Teatro

Nonostante la perdurante emergenza sanitaria e la necessità di vivere a distanza molte delle proprie attività e passioni, emerge sempre più evidente la voglia delle persone di tenere in moto la fantasia e condividere la propria creatività con gli altri: in seguito agli open day di fine gennaio, si è registrato un vero e proprio record di iscrizioni ai corsi di formazione Fare Teatro 2021 che si avvieranno in remoto. Non solo partiranno tutti i corsi proposti, ma si pensa di raddoppiarne alcuni per il sovrannumero di richieste di partecipazione.  Continua a leggere

Fare Teatro, guardando al futuro

Un nuovo momento di ripartenza: da mercoledì 27 gennaio prendono il via i corsi pomeridiani organizzati dalla Formazione del Teatro di Pisa. Per Fare Teatro 2021 sarà un inizio giocoforza in remoto per giungere alla fine a un auspicabile esito in presenza nel mese di luglio. I corsi, con cadenza di un incontro a settimana della durata di due ore, si rivolgono a tutta la cittadinanza: dai più giovani (scuole elementari, medie inferiori e superiori) passando per gli studenti universitari fino agli adulti, offrendo percorsi di scrittura, voce e speech, narrazione, recitazione. La prossima settimana l’open day di ognuno dei vari corsi, un primo incontro senza impegno di iscrizione volto a permettere di capire al meglio modalità e tempi del progetto.  Continua a leggere

Tante storie d’amore

Un’altra bella stagione di Fare Teatro giunge al termine, con il secondo spettacolo del laboratorio La Valigia dell’Attore. In seguito all’incredibile numero di iscrizioni, quest’anno il corso per adulti e universitari coordinato da Luca Biagiotti, Federico Guerri e Cristina Lazzari si è sdoppiato. Dopo Alice in the sky with diamonds, Loveplay è in Sala “Titta Ruffo” alle 21 di martedì 25 e mercoledì 26 giugno. I biglietti sono in vendita a 12 euro, ridotto studenti e senior 7 euro, presso la Biglietteria del Teatro in orario di botteghino e telefonicamente allo 050 941188 solo il martedì e il giovedì in orario 14-16.  Continua a leggere

Alice attraverso i Sessanta

L’annata di Fare Teatro giunge al penultimo appuntamento del fitto programma: in Sala “Titta Ruffo” martedì 18, mercoledì 19, venerdì 21 e sabato 22 giugno alle 21, Alice in the sky with diamonds, da un soggetto di Federico Guerri che ha curato, insieme a Luca Biagiotti, anche il coordinamento del laboratorio La Valigia dell’Attore in cui adulti e universitari hanno potuto approcciarsi alla recitazione. Un workshop intergenerazionale che vede la possibilità di lavorare con età diverse mescolando sul palco esperienze e generazioni. Ecco perché il testo scelto è la riscrittura-mashup di due classici della letteratura, Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio di Lewis Carroll.  Continua a leggere

Bimbi in scena

Mercoledì 29 e giovedì 30 maggio, in entrambe le occasioni alle 18 e a ingresso libero fino a esaurimento dei posti in Sala “Titta Ruffo”, vanno i scena i risultati del percorso di quest’anno dei due laboratori di Fare Teatro tradizionalmente rivolti a bambini e bambine: “Per finta siamo veri”, laboratorio di propedeutica teatrale e musicale per l’infanzia, e “Costruttori di Sogni 1”, per la fascia d’età dagli otto ai dieci anni.  Continua a leggere

Scuole in Rete per la Musica

Il tradizionale Concerto di primavera della Rete per la Musica, coordinatrice Licia Di Bugno, sotto il titolo Viaggio musicale tra fiaba e natura si terrà al Teatro Verdi venerdì 3 e sabato 4 maggio. Quando, per il settimo anno, alunni delle scuole del Comune di Pisa solcheranno il suo palcoscenico per suonare e cantare insieme, uniti nel dimostrare la forza educativa della musica. I due spettacoli, aperti ai genitori e alla città, il 3 maggio saranno preceduti da un matinée, alle 10, riservato alle scuole. I biglietti, posto unico numerato 10 Euro, sono in vendita al Botteghino e tramite il servizio di biglietteria telefonica per i posti rimasti disponibili dopo la prevendita riservata agli Istituti partecipanti.  Continua a leggere

Licei in scena

L’entrata in scena della primavera, ormai per tradizione, corrisponde con quella negli spazi scenici del Teatro Verdi dei ragazzi partecipanti ai laboratori sia degli istituti cittadini che di Fare Teatro, con i loro saggi e spettacoli di fine corso. Sono due i primi appuntamenti, in questa settimana: con il Liceo Artistico “F. Russoli” la sera di giovedì 11 aprile (con un matinée per le scuole alle 11.45) per Chi si innamora è perduto, con il Liceo Musicale “G. Carducci” venerdì 12 per un concerto della propria Orchestra Sinfonica e del Coro. Continua a leggere

La madre di tutti i bohémiens

Mi chiamano Mimì, ma il mio nome è Lucia. La storia mia è breve: a tela o a seta ricamo in casa e fuori. Come non associare le prime parole pronunciate dalla Bohème a un verso così ricorrente di questi tempi: I’m just a poor boy, I need no sympathy, cantato al pianoforte nel capolavoro di Freddie Mercury. Bohème era Mimi, bohémien è stato il cantante dei Queen, celebrato nel film dell’anno. Con la stessa freschezza del Puccini 38enne, e di un Freddie Mercury che ha composto la sua Rhapsody a 28 anni, i giovani artisti di LTL Opera Studio affrontano l’opera pucciniana, in scena al Verdi i prossimi 16 e 17 febbraio, penultimo titolo della stagione lirica. Presentazione con aperitivo sabato 9 febbraio alle 11 nel Foyer del Teatro. Continua a leggere