Ritorno all’Opera

«Un teatro chiuso è un lutto per tutti, quindi quando riapre deve esserci una festa, una gioia per tutti». Così il M° Enrico Stinchelli, Direttore artistico per le attività musicali, ha aperto il suo intervento nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento con cui anche la Lirica torna finalmente sul palco del Verdi aperto al pubblico: il grande Galà di voci liriche in cui domenica 30 maggio alle 18 si esibiranno le “magnifiche 7” cantanti che si sono segnalate nel corso delle audizioni che lo stesso Teatro di Pisa ha organizzato lo scorso febbraio, frutto di una selezione di quasi duecento voci under35 provenienti da tutto il mondo. Un programma con musiche di Bellini, Bizet, Donizetti, Dvořák, Giordano, Gounod, Mozart, Puccini, Rossini, SaintSaëns, Verdi, Vivaldi, Wagner. Ospite d’onore Andrea BocelliContinua a leggere

Si riapre!

Finalmente, si riapre. Il Teatro Verdi di Pisa torna ad essere la cornice di uno spettacolo dal vivo con pubblico in presenza: sabato 15 maggio alle 19, un orario che pure rappresenta una novità e che consente di rispettare la regola del rientro a casa prima delle 22, va in scena Esodo, di e con Simone Cristicchi. L’evento prende forma grazie alla collaborazione tra la Fondazione Teatro di Pisa e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, che hanno lavorato fianco a fianco per riaprire il nostro teatro con una proposta di alta qualità. La prevendita dei biglietti, posto unico numerato al costo di 15 euro (ridotto 12 euro) con obbligo di anagrafica come da normativa sanitaria, inizierà venerdì 7 maggio presso il Botteghino del Teatro e online.  Continua a leggere

Dal Teatro Capodanno in streaming (e TV)

Difendere le tradizioni è ancor più un imperativo in questi tempi di pandemia e il Comune di Pisa ha deciso di non interrompere quella di una fine anno con un grande spettacolo: Enrico Ruggeri, Cristiano Militello, Ubaldo Pantani e Luca Erriquenz sono i protagonisti di …a riveder le stelle. Un evento di musica e comicità, questo del 31 dicembre, che non potendo aver luogo in una piazza sarà ospitato dal Teatro Verdi. E ancora il nostro Teatro, il 1° gennaio, conferma l’appuntamento con il Concerto di Capodanno, con la Camerata Strumentale “Città di Prato” e l’Orchestra Arché, dirette da Filippo Maria Bressan. Entrambi gli eventi, il 31 dalle 22.30 e il 1° alle 18, verranno trasmessi da 50Canale e in streaming sui canali YouTube e Facebook del Comune di Pisa e Facebook del Teatro.  Continua a leggere

Macerie del 31 agosto

Il 31 agosto, quello del ’43, il volto della nostra città è cambiato per sempre, in seguito allo sciagurato bombardamento alleato che ne ha raso al suolo buona parte dell’area urbana. Il 31 agosto, quello prossimo, in commemorazione di quel triste momento, alle 21 nel teatrino della Parrocchia di Santo Stefano a Porta a Lucca torna in scena Macèrie di Domenico Sartori, grande commediografo e leggenda del vernacolo pisano, che con il suo genio favorì nel dopoguerra una rinascita della nostra parlata popolare in teatro e letteratura. Il Comune di Pisa, con la collaborazione delle compagnie teatrali Crocchio Goliardi Spensierati e Il Gabbiano, organizza a ingresso gratuito un evento che pure è storico, in quanto la commedia manca dalla scena dal 1955. La rappresentazione, programmata in origine in piazza dei Cavalieri e poi spostata per rischio maltempo, verrà successivamente replicata al Teatro Verdi. Continua a leggere

Teatro pieno, teatro di successo

Per il Teatro di Pisa, nel fiorire dell’estate, togliere il velo sui programmi preliminari delle successive Stagioni di fronte al proprio pubblico è un piacere a cui non si può più rinunciare. Specie se, dopo alcuni anni di questa recente ma ormai consolidata tradizione, non manca mai all’evento una partecipe rappresentanza di questo pubblico che ama il Teatro della sua città, come catalizzatore di cultura e come luogo in sé. E che da questo Teatro è così tanto ricambiato. Mercoledì 26 giugno, nella bella cornice pomeridiana del Foyer del Verdi, questo momento si è rinnovato. E la presentazione delle Stagioni 2019/2020 è stata la prima volta per la nuova Presidente della Fondazione Teatro di Pisa, Patrizia Paoletti TangheroniContinua a leggere

La fiaba della principessa Turandot

Domenica  31 marzo alle 17 al Verdi protagonista una grande fiaba che parla anche al nostro oggi, adatta a un pubblico dai 7 anni in su: La fiaba della principessa Turandot, firmata da Renzo Boldrini e Claudio Proietti e prodotto da Giallo Mare Minimal Teatro in collaborazione con il Centro Studi Musicali “Ferruccio Busoni”, uno spettacolo davvero magico, in perfetto connubio tra tradizione e innovazione. Continua a leggere

Butterfly vola 🦋🦋

Performer Elena Annovi Ph Silvia Cicconi Make Up Artist Milena Raggetti Narrative Jewelry Stefania BandinuQuasi un festival di danza, in questa primavera pisana, che conta 7 appuntamenti in 10 giorni, con tutti i nomi di primo piano nella nuova danza italiana, a partire dalla prima nazionale di Butterfly Colori proibiti di venerdì 29 marzo alle 21 al Teatro Verdi, per la regia, coreografia, luci e costumi di Monica Casadei, che ha scelto il Teatro di Pisa per il debutto del suo nuovo spettacolo. La coreografa ferrarese ha accomunato l’harakiri dell’eroina pucciniana al suicidio rituale in diretta tv dello scrittore giapponese Yukio Mishima, autore di Colori Proibiti, in una serata mozzafiato con in scena la danzatrice aerea e acrobata Elena Annovi, già interprete per Fura Dels Baus e Kataklò. Installazioni firmate da Delio Gennai. E ancora domenica 31 marzo alle 17, proiezioni pupazzi e artifici visivi e sonori per La fiaba della principessa Turandot, a cura di Giallo Mare Minimal Teatro, al pianoforte Claudio Proietti, un Puccini per bambini e arlecchini da vedere e ascoltare. Mercoledì 3 aprile Serata eXpLò con 3 prove di giovane danza d’autore, venerdì 5 aprile alle 10.30 Alessandro Sciarroni, Leone d’Oro alla Biennale Danza di Venezia 2019, crea una performance interattiva per bambini e ragazzi, e la sera di venerdì 5 una nuova Butterfly di Kinkaleri spettacolo per grandi e piccini; sabato 6 R.osa, del premio UBU 2017 Claudia Marsicano per la migliore performance under 35, e domenica 7 il solo di Marco Chenevier Saremo bellissimi e giovanissimi sempre. (Nella foto Elena Annovi fotografata da Silvia Cecconi, Jewelry Stefania Bandinu).

ATTENZIONE! per gli spettatori della Butterfly di venerdì 29 in omaggio anche il biglietto per la Butterfly di venerdì 5.

Continua a leggere

Dieci storie di civiltà per chitarra e batteria

Dieci storie di persone comuni, di vite spezzate, di eroi di tutti i giorni, raccontate e cantate per voci batteria e chitarre: Dieci storie proprio così – Terzo Atto, nuovo appuntamento per Teatri di Confine giovedì 21 marzo alle 21 al Verdi, per il progetto Il palcoscenico della legalità, grazie a una cordata amplissima di enti produttori, Teatro di Roma, Teatro Stabile di Napoli, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani  della Regione Piemonte,  in collaborazione con Teatro Stabile di Torino e  The Co2 Crisis Opportunity Onlus, e promosso, tra gli altri,  dal Master in Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione dell’Università di Pisa. Continua a leggere

Antologia corale di Rossini e di Verdi

Venerdì sera alle 21 al Teatro Verdi di Pisa è in concerto il Coro polifonico “Bruno Pizzi”, a dieci anni dalla fondazione del Coro intitolato al Maestro pisano scomparso nel 1981, con l’Orchestra dell’Istituto Boccherini di Lucca, dirige il M° Gianpaolo Mazzoli: in programma cori e arie dal Barbiere di Siviglia e dal Gugliemo Tell di Rossini; di Verdi i due celebri cori dell’Ernani (“Evviva beviam” e “Si ridesti il leon di Castiglia”), seguiti da arie e cori de Il trovatore, Rigoletto e La Forza del destino. Continua a leggere

Tre madri palestinesi al Teatro Nuovo della Stazione

Martedì 29 gennaio ore 21 al Teatro Nuovo, cinema-teatro accanto alla stazione di Pisa, luogo di riapertura, rinascita, incontri, partenze e ritorni, si inaugura il nuovo ciclo Teatri di Confine, con uno spettacolo dedicato a Maria, madre, madonna, donna, per tutte le culture che si affacciano sul Mediterraneo. È Ermanna Montanari, vincitrice del Premio Ubu – gli oscar del teatro italiano – come miglior attrice per il 2018, a interpretare questo monologo che racconta tre donne dell’Islam, tre madri che hanno perso i loro figli e pregano invocando Maryam. Continua a leggere