Su il sipario su Prosa e Danza

Concluso il trittico verdiano di settembre che ha riportato la Lirica tra le mura del Verdi, il Teatro di Pisa ha presentato le attesissime Stagioni di Prosa e Danza 2021/22 per un totale di tredici titoli da novembre a maggio tra i rispettivi Cartelloni. Le nuove Stagioni sono ancora il frutto della collaudata collaborazione tra la Fondazione Teatro di Pisa e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Una programmazione ricca e variegata per una ripartenza completa nel rispetto delle regole e delle norme sulla sicurezza, per la tutela del pubblico e degli artisti. La prevendita dei biglietti per tutte le rappresentazioni inizia venerdì 15 ottobre presso il Botteghino del Teatro (da sabato 16 anche telefonica, online e nel circuito Vivaticket).  Continua a leggere

A settembre in Teatro

La Fondazione Teatro di Pisa ha finalmente potuto annunciare una riapertura completa dopo questo lunghissimo periodo di chiusura forzata per l’emergenza sanitaria. Dopo la prima apertura dello scorso autunno con l’evento inaugurale gratuito dei Concerti della Normale, la riapertura in maggio con Esodo di Simone Cristicchi, il Galà di Voci Liriche e i saggi di fine laboratorio di Fare Teatro, nel corso di un’altra conferenza stampa nel Foyer del Teatro sono state presentate le Stagioni 2021/22, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Pisa Pierpaolo Magnani. Un carnet ancora particolarmente ricco con cui si andranno a intrecciare altre iniziative, tra cui la consueta intensa attività formativa.  Continua a leggere

Danza Don Chisciotte

Anche la Stagione di Danza prosegue con il suo terzo appuntamento. Dopo il debutto a Roma dello scorso luglio, sabato 8 febbraio è al Verdi il Balletto di Roma con Io, Don Chisciotte, rielaborazione del romanzo di Miguel de Cervantes firmata da Fabrizio Monteverde. Fra i più applauditi coreografi italiani, esponente di una generazione di talenti esplosa negli anni Novanta, Monteverde svolge da più di trent’anni un lavoro di elaborazione stilistica e drammaturgica che ne rende unico il segno. Al termine dello spettacolo è previsto un incontro con il coreografo a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza.  Continua a leggere

venerdì sabato e domenica: 3 serate di danza

Chiusura di stagione danza densissima per il Verdi: con la promozione “LASCIATI SORPRENDERE”, con soli 10 euro è possibile vedere i tre spettacoli delle serate venerdì 5, sabato 6 e domenica 7, un’occasione imperdibile per conoscere i nomi di primo piano della danza contemporanea italiana, per sognare, ridere e riflettere: Kinkaleri, con Butterfly, Silvia Gribaudi che coreografa Claudia Marsicano in R.OSAMarco Chenevier con Saremo Bellissimi e Giovanissimi sempre.
Continua a leggere

Serata EXPLO giovane danza d’autore

Trittico contemporaneo per la Serata EXPLO 2019, protagonisti Siro Guglielmi P!NK ELEPHANT, Francesco Colaleo/Maxime Fraixas CHENAPAN e Mattia De Virgiliis MONARCH ANTIGONE, mercoledì 3 aprile ore 21 alla Chiesa di Sant’Andrea per Teatri di Confine. Dopo lo spettacolo un incontro/conversazione con i coreografi a cura di Silvia Poletti.  Continua a leggere

Butterfly vola 🦋🦋

Performer Elena Annovi Ph Silvia Cicconi Make Up Artist Milena Raggetti Narrative Jewelry Stefania BandinuQuasi un festival di danza, in questa primavera pisana, che conta 7 appuntamenti in 10 giorni, con tutti i nomi di primo piano nella nuova danza italiana, a partire dalla prima nazionale di Butterfly Colori proibiti di venerdì 29 marzo alle 21 al Teatro Verdi, per la regia, coreografia, luci e costumi di Monica Casadei, che ha scelto il Teatro di Pisa per il debutto del suo nuovo spettacolo. La coreografa ferrarese ha accomunato l’harakiri dell’eroina pucciniana al suicidio rituale in diretta tv dello scrittore giapponese Yukio Mishima, autore di Colori Proibiti, in una serata mozzafiato con in scena la danzatrice aerea e acrobata Elena Annovi, già interprete per Fura Dels Baus e Kataklò. Installazioni firmate da Delio Gennai. E ancora domenica 31 marzo alle 17, proiezioni pupazzi e artifici visivi e sonori per La fiaba della principessa Turandot, a cura di Giallo Mare Minimal Teatro, al pianoforte Claudio Proietti, un Puccini per bambini e arlecchini da vedere e ascoltare. Mercoledì 3 aprile Serata eXpLò con 3 prove di giovane danza d’autore, venerdì 5 aprile alle 10.30 Alessandro Sciarroni, Leone d’Oro alla Biennale Danza di Venezia 2019, crea una performance interattiva per bambini e ragazzi, e la sera di venerdì 5 una nuova Butterfly di Kinkaleri spettacolo per grandi e piccini; sabato 6 R.osa, del premio UBU 2017 Claudia Marsicano per la migliore performance under 35, e domenica 7 il solo di Marco Chenevier Saremo bellissimi e giovanissimi sempre. (Nella foto Elena Annovi fotografata da Silvia Cecconi, Jewelry Stefania Bandinu).

ATTENZIONE! per gli spettatori della Butterfly di venerdì 29 in omaggio anche il biglietto per la Butterfly di venerdì 5.

Continua a leggere

Hallelujah

Uno spettacolo di danza racconta il mondo di Haendel al tempo in cui ha creato il suo celeberrimo oratorio in lingua inglese dedicato al Messia, nel 1747: l’arte rinascimentale e barocca, il gusto dominante per gli effetti prospettici e i chiaro scuri, la spiritualità sospesa tra finito e infinito, tra sogno e realtà. MessiaHaendel, con il torinese Eko Dance International Project, coreografo Paolo Mohovich, 16 giovani e talentuosi danzatori in scena, è al Verdi venerdì 22 febbraio alle ore 21. Per gli abbonati Opera e Concerti promo 2×1. Al termine dello spettacolo, incontro con il coreografo a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza. Continua a leggere

La favola di Tchaikovsky

Al Verdi per la stagione di danza giovedì 24 gennaio alle 21 torna la Compagnia Nuovo Balletto di ToscanA, già Junior BdT, formazione di tirocinio professionale della Scuola del BdT, ormai strutturatasi in modalità compiutamente professionali: nelle mani del trentenne coreografo Diego Tortelli è l’impegnativo spartito del Balletto dei Balletti, all’ombra di Marius Petipa e Rudolf Nureyev: una sfida raccolta con una nuova suggestione, che la Bella addormentata sia proprio la Bellezza tout court, che nella quotidianità resta frustrata dall’imperfezione della realtà. Continua a leggere