La favola di Tchaikovsky

Al Verdi per la stagione di danza giovedì 24 gennaio alle 21 torna la Compagnia Nuovo Balletto di ToscanA, già Junior BdT, formazione di tirocinio professionale della Scuola del BdT, ormai strutturatasi in modalità compiutamente professionali: nelle mani del trentenne coreografo Diego Tortelli è l’impegnativo spartito del Balletto dei Balletti, all’ombra di Marius Petipa e Rudolf Nureyev: una sfida raccolta con una nuova suggestione, che la Bella addormentata sia proprio la Bellezza tout court, che nella quotidianità resta frustrata dall’imperfezione della realtà. Continua a leggere

Doppio brindisi a teatro

Il capodanno, una volta ancora, si festeggia a teatro. Il 31 dicembre con inizio della serata alle 22.15 (ma per chi vuole c’è l’opportunità del cenone curato dal Foyer Café e servito in Sala “Titta Ruffo”), al Verdi aspetteremo il 2019 tra Danza, acrobazia, illusionismo, inventiva, leggiadria, talento e sorpresa. Tutto in Night garden, spettacolo cult della compagnia Evolution Dance Theatre. E a mezzanotte, ovviamente il brindisi. Il 1° gennaio, alle 18, la ventisettesima edizione del Concerto di Capodanno. Una tradizione che si rinnova grazie all’impegno congiunto del Comune di Pisa, del Lions Club Pisa Host e della Fondazione Teatro di Pisa.  Continua a leggere

Tempesta di Natale

Molte le iniziative a Pisa per tutto il mese di dicembre, per tutte le tasche, gli spazi, le età e i gusti. Culmine delle proposte del Teatro Verdi gli appuntamenti di venerdì 21, con la Tempesta di Aterballetto con musiche di Giuliano Sangiorgi, di lunedì 31, per un San Silvestro danzato con Night Garden, dell’eVolution Dance Theater di Antony Heinl, e il tradizionale Concerto di Capodanno per il pomeriggio del 1° gennaio. Intanto in città impazzeranno un Grande Piano suonato danzando (Largo Ciro Menotti, sabato 15), l’Hula hoop show della canadese Andréanne Thiboutot (Piazza la Pera, domenica 16), un Carillon vivente (Corso Italia sabato 22 e domenica 23) con pianista e ballerina danzante sulla coda di un pianoforte itinerante, oltre che Babbi Natale e slitte a volontà. Continua a leggere

La danza non russa

Mentre la rivoluzione sembra ancora addormentata, approda in Italia e a Pisa un remake di uno dei più celebri balletti del repertorio romantico ottocentesco, con coreografie di Marius Petipa, rielaborate dalla compagnia del Teatro di Chelyabinsk, città di oltre un milione di abitanti in piena steppa russa, adagiata sulle pendici degli Urali. Giovedì 15 novembre alle 21 al Teatro Verdi di Pisa è di scena Paquita, la storia della zingara che si scopre di origini nobili e si fidanza con il soldato francese, tratta da La Piccola Gitana di Cervantes, è la favola di sempre, condita da virtuosismi sulle punte di cui i Russi sono maestri. Sabato 10 alle 11, nel Foyer del Teatro, presentazione aperta al pubblico con video e aneddoti su Grand Pas e Pas de Trois. Ai botteghini, da questa settimana, è inoltre possibile acquistare tutti i biglietti per i 13 appuntamenti della Stagione di Danza/Teatri di Confine, da novembre ad aprile, da Aterballetto ad Alessandro Sciarroni, da Tchaikovsky a Philip Glass, da 20 a 4 euro. Continua a leggere

Danzando in uno spazio vuoto

Empty floor è il nuovo spettacolo degli imPerfect Dancers, compagnia pisano-internazionale di Walter Matteini e Ina Broeckx, in prima assoluta per la rassegna di danza, sabato 7 aprile ore 21 al Teatro Verdi. Empty Floor è lo spazio vuoto del palco, in quell’istante in cui ci si risveglia da una malattia, o ci si risveglia e non ci si ricorda nulla. Lo spunto nasce da un gala di danza a Stoccarda per la raccolta fondi in favore della lotta contro il morbo di Alzheimer, cui la compagnia fu invitata. La riflessione sulla malattia, sulla poesia di un universo fragile e ricchissimo, è nella danza degli straordinari interpreti, con musiche di Max Richter, Philip Glass, Ezio Bosso, Vivaldi e Bach. La serata è organizzata con la collaborazione e la partecipazione dell’A.I.M.A. di Pisa.

Continua a leggere

La marionetta più danzata di sempre

È Petruška, icona del balletto russo, musicata da Igor Stravinskij, danzata e coreografata per la prima volta nel 1911. Tutto inizia ad una festa prima della quaresima, per questo personaggio che per alcuni sembra aver ispirato anche Pinocchio, ma che piuttosto ricorda il nostro Pierrot. La marionetta triste innamorata di una ballerina è protagonista del nuovo spettacolo di Virgilio Sieni, in scena giovedì 15 marzo al Verdi di Pisa con 6 interpreti della sua compagnia. Il balletto è anticipato dal brano Chukrum di Giacinto Scelsi, sempre sul tema dello smaterializzarsi del corpo, eseguito dal vivo da un’orchestra d’archi. Al termine dello spettacolo conversazione con Silvia Poletti. PER TUTTE LE DONNE, UN BIGLIETTO A 5 EURO Continua a leggere

Giovane danza d’autore giovedì al Sant’Andrea

Dalla parodia delle televendite di Wanna Marchi alla dipendenza dall’alcol, al fiorire e sfiorire di un amore per coppia al maschile: questi i temi affrontati con ironia, colori sgargianti e nuovi mix tra linguaggio coreografico e teatrale dalle tre compagnie selezionate tra le centinaia di realtà della giovane danza d’autore italiana che ogni anno partecipano al bando del network Anticorpi XL. A Pisa al Teatro Sant’Andrea giovedì 1° marzo What Happened in Torino, di e con Andrea Costanzo Martini, Beviamoci su_no game, spettacolo per 3 danzatori prodotto da Compagnia MF, Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei, e Yellowplace, di e con Mattia Russo e Antonio de Rosa. Alla fine dello spettacolo, incontro/conversazione con i coreografi a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza.
Continua a leggere

Ouvertures – teatro aperto per lo Spellbound Contemporary Ballet e Rossini

Mauro Astolfi e il suo Spellbound Contemporary Ballet tornano a Pisa nella stagione di danza venerdì 16 febbraio alle 21: visto il legame affettuoso col nostro teatro, per accogliere il coreografo romano con un pubblico il più numeroso possibile, il Verdi  propone una speciale promozione San Valentino “2 biglietti al prezzo di uno”. In scena 9 artisti della compagnia per Rossini Ouvertures: un omaggio danzato al compositore pesarese  di cui riconosceremo tra le altre le note celeberrime del Guglielmo Tell, della Cenerentola e del Barbiere di Siviglia, tradotte in una danza estrema e piena di vitalità.

Continua a leggere

La giovane danza d’autore torna al Sant’Andrea

La danza contemporanea torna nel suggestivo spazio del Sant’Andrea il prossimo mercoledì 7 febbraio alle 21, con il lavoro di Daniele Albanese, vincitore di CollaborAction 2016/17, articolata forma di sostegno economico e promozionale di giovani coreografi indipendenti italiani, permettendo così di consolidare il loro percorso autoriale. Von, titolo semplice ma enigmatico, preso in prestito dalla lingua tedesca, rimanda ad un altrove non definito. Continua a leggere

Raggae dal vivo con violoncelli e danza contemporanea

 

A Natale il Verdi regala con la promo 1+1 omaggio uno spettacolo coraggioso e di grande impatto, di fresco debutto alle Fonderie Limone di Moncalieri, che unisce dal vivo tre elementi apparentemente lontanissimi: la musica raggae degli Africa Unite, il quintetto d’archi Architorti, di formazione classica ma di evocazione ultracontemporanea, e i danzatori della MMCompany di Reggio Emilia, fondata da Michele Merola, già coreografo per Aterballetto, Teatro San Carlo, Teatro Massimo di Palermo, Balletto di Toscana. OFFLINE è al Teatro di Pisa sabato 6 gennaio alle 21: per chi compra un biglietto il secondo è in regalo.