Grande invasione in città

In un’epoca di chiusure trascorse e minacciate, un evento che sa di apertura in tutti i suoi significati animerà la nostra città domenica 11 ottobre. Per tutta la giornata dalle 9.30 alle 19, oltre cento giovani attori dei principali laboratori cittadini si esibiranno in decine di performance “di strada” consecutive lungo l’intero asse est-ovest di Pisa, da Cisanello a Porta a Mare, recitando testi legati ai temi dell’enciclica Laudato si’, da Gramsci a Elio e le Storie Tese. La grande invasione, organizzata dal docente del Teatro Verdi Franco Farina, ai tempi del Coronavirus sperimenterà dunque una modalità altra di relazione attore-pubblico-spazio, rivendicando l’essenzialità del teatro anche fuori dalle sale.  Continua a leggere

La Disfida in vernacolo chiude Fuori Teatro

L’ultimo evento del programma Fuori Teatro al Giardino Scotto è un nuovo “episodio” della ormai classica “disfida vernacola” tra Pisa e Livorno. Domenica 20 settembre alle 21 si disputerà un “duello all’ultima battuta” tra le più pungenti “linguacce” protagoniste della parlata popolare delle due città. Organizzato dal Crocchio Goliardi Spensierati, l’appuntamento chiude così la rassegna promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pisa insieme alla Fondazione Teatro Verdi, col sostegno della Banca di Pisa e Fornacette e del Centro Commerciale di Pisanova.  Continua a leggere

La Signorina Else al Giardino Scotto

Terz’ultimo appuntamento di Fuori Teatro, il 18 settembre alle 21 La Signorina Else è in scena al Giardino Scotto dopo aver calcato numerosissimi palchi italiani e aver già ricevuto il plauso di pubblico e critica. Tratto dalla novella di Arthur Schnitzler del 1924, lo spettacolo vede Martina Benedetti protagonista e porta la firma dell’attore e regista pisano Andrea BuscemiContinua a leggere

Fuori Teatro a settembre

Nell’attesa di poter riaprire finalmente le porte del nostro Teatro, venerdì 4 settembre prende il via al Giardino Scotto la seconda parte di Fuori Teatro, dopo la pausa agostana in cui lo spazio della vecchia fortezza è stato dedicato al cinema all’aperto. Il cartellone di eventi culturali voluto dal Comune e organizzato dal Teatro di Pisa, dopo il primo programma che ha coperto tutto il mese di luglio, si estende così fino al 20 settembre, chiudendo simbolicamente insieme all’estate stessa. Gli spettacoli inizieranno alle 21 con una disponibilità di 200 posti regolarmente distanziati, i cui biglietti saranno acquistabili solo in prevendita nel circuito Vivaticket.com.  Continua a leggere

Un programma per ripartire

Prove tecniche di ripartenza. Un primo passo per iniziare a mettersi alle spalle uno dei periodi più difficili dal dopoguerra, nel quale in particolar modo i lavoratori dello spettacolo vivono un momento di seria difficoltà. Nella nostra città, proprio il Teatro Verdi gestirà un programma di concerti, teatro, musica classica e danza che avrà luogo al Giardino Scotto e prenderà il via con 30 date già definite per tutto il mese di luglio, a cui se ne aggiungeranno altre 15 in corso di preparazione per la prima metà di settembre. In mezzo, lo Scotto ospiterà le serate del cinema sotto le stelle ad agosto, con biglietti dal costo calmierato di 5 euro.  Continua a leggere

La Traviata, tra Pisa e Orzignano

Un anno dopo Francesca da Rimini, quattro anni dopo Otello, er moro di Pisa, un altro cavallo di battaglia del teatro vernacolo pisano torna protagonista sulle tavole del nostro massimo palcoscenico: La Traviata, “parodia vernacola der drammone di Verdi che ci s’è pianto tutti”, è in scena giovedì 5 dicembre alle 20.30. Per proseguire la fortunata stagione, che dura ormai da molti anni, della generazione attuale del Crocchio Goliardi Spensierati capitanata da Lorenzo Gremigni, nella sua meritoria operazione di riproposta di copioni storici del teatro goliardico, modernizzati a beneficio del pubblico di oggi.  Continua a leggere

Finalmente Macèrie

Macèrie, il capolavoro di Domenico Sartori, è finalmente al Teatro Verdi. Il massimo palcoscenico cittadino che non poteva non ospitare questa riproposizione dopo sessantaquattro anni del testo per eccellenza del teatro popolare pisano. Dopo l’ottima anteprima, avvenuta il 31 agosto scorso in un gremito teatrino di Santo Stefano a Porta a Lucca, Macèrie è al Verdi mercoledì 30 ottobre alle 21. Le compagnie teatrali “Il Gabbiano” e “Crocchio Goliardi Spensierati” hanno unito le forze per ripresentare ai pisani, specie ai più giovani, questa commedia che racconta un periodo tra i più drammatici della storia della nostra città. Simbolici i prezzi dei biglietti, dai 3 ai 10 Euro.  Continua a leggere

Altre visioni. Contro festival nei boschi di Coltano

Prende il via in questa prima parte di settembre la seconda edizione del contro festival di teatro Altre visioni, promosso da Animali Celesti – teatro d’arte civile, la Compagnia diretta da Alessandro Garzella. L’evento avrà luogo da venerdì 6 a domenica 8 negli spazi del neonato Parco delle Biodiversità presso il Nuovo Fontanile a Coltano, in un programma suddiviso in tre giorni di laboratori, incontri e performances incentrati sull’adolescenza. Cinquanta ragazzi, in gran parte provenienti da contesti di vita a rischio di emarginazione sociale, e i team artistici delle compagnie Geometria delle Nuvole (Cecina), Teatro19 (Brescia), AEDO (Fornaci di Barga) e Animali Celesti, daranno vita a una particolare esperienza di residenza artistica in natura. È consigliata la prenotazione.  Continua a leggere

Macerie del 31 agosto

Il 31 agosto, quello del ’43, il volto della nostra città è cambiato per sempre, in seguito allo sciagurato bombardamento alleato che ne ha raso al suolo buona parte dell’area urbana. Il 31 agosto, quello prossimo, in commemorazione di quel triste momento, alle 21 nel teatrino della Parrocchia di Santo Stefano a Porta a Lucca torna in scena Macèrie di Domenico Sartori, grande commediografo e leggenda del vernacolo pisano, che con il suo genio favorì nel dopoguerra una rinascita della nostra parlata popolare in teatro e letteratura. Il Comune di Pisa, con la collaborazione delle compagnie teatrali Crocchio Goliardi Spensierati e Il Gabbiano, organizza a ingresso gratuito un evento che pure è storico, in quanto la commedia manca dalla scena dal 1955. La rappresentazione, programmata in origine in piazza dei Cavalieri e poi spostata per rischio maltempo, verrà successivamente replicata al Teatro Verdi. Continua a leggere

I goliardi hanno sempre vent’anni

A tre anni di distanza da Otello, er moro di Pisa che proprio al Verdi trovò un maestoso debutto, vernacolo e risate tornano di casa nel nostro teatro con la più celebrata delle parodie goliardiche: martedì 18 dicembre il Crocchio Goliardi Spensierati e il Lions Club Pisa Certosa presentano Francesca da Rimini in un copione riscritto da Lorenzo Gremigni per la regia di Giuseppe Raimo. Uno spettacolo, come si legge sulla locandina, in cui si ride da morì, quindi portateci la sòcera… L’iniziativa è in favore della Fondazione Stella Maris per la realizzazione di una sala di attesa multisensoriale nell’ospedale pediatrico del Calambrone. Biglietti disponibili con prezzi dai 25 ai 10 euro.  Continua a leggere