Bellavista Gold Edition

Terzo titolo della Stagione di Prosa 2021/22, sabato 18 e domenica 19 dicembre è al Verdi Così parlò Bellavista di Luciano De Crescenzo. Una “Gold Edition” per questo adattamento teatrale del celeberrimo libro, già film di grandissimo successo nel 1984, vincitore di due Nastri d’Argento e due David di Donatello, che De Crescenzo, dopo alcuni infruttuosi precedenti tentativi, ha concluso di affidare a Geppy Gleijeses: «Solo tu ‘o può ffà». Il regista è anche interprete insieme a Marisa Laurito e Benedetto Casillo. Sabato 18 alle 18, in Sala “Titta Ruffo” gli attori della compagnia dialogheranno con il pubblico in un incontro coordinato dall’Assessore al Turismo del Comune di Pisa, Paolo Pesciatini.  Continua a leggere

Via alle danze

Si inaugura anche la Stagione di Danza 2021/22, questo venerdì 10 dicembre al Verdi, con il primo dei sei titoli del Cartellone curato dal direttore artistico Silvano Patacca in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus: Bayadère – il regno delle ombre, un grande classico rivisitato da Michele Di Stefano per una delle più importanti compagnie di danza contemporanea italiana, il Nuovo Balletto di Toscana, direttore artistico Cristina Bozzolini. I biglietti, posto unico numerato, variano da 16 a 8 Euro e sono in vendita al Botteghino del Teatro, al servizio prevendita telefonica 050 941188 e online su www.vivaticket.comContinua a leggere

Lungo weekend d’opera (dal vivo e online)

Un lungo weekend lirico in teatro… e a casa. Al Verdi sabato 4 e domenica 5 dicembre il quinto titolo della Stagione operistica è l’elogiata coproduzione María de Buenos Aires, presentata al Ravenna Festival lo scorso luglio sotto l’egida dell’Ambasciata Argentina, celebrazione del centenario di Astor Piazzolla. Ma a partire da venerdì 3, fino al 5, quelli che sono stati i primi tre titoli settembrini, la Trilogia Popolare Verdiana, saranno visibili online sui canali web e social del Teatro, per un’opera al giorno. Questa triplice produzione lampo presentata in un’opera a settimana, pensata in origine per una duplice fruizione sul palco e in video, raggiunge così la sua destinazione finale.  Continua a leggere

Tutto Conticini in una sera

Il secondo appuntamento in Stagione di Prosa è un vero e proprio one man show per un volto noto di casa nostra. L’attore pisano Paolo Conticini racconta se stesso in La prima volta, scritto insieme al regista Luigi Russo, al Verdi Sabato 20 e domenica 21 novembre. Sabato alle 18 in Sala “Titta Ruffo”, Conticini incontrerà il pubblico e con l’occasione presenterà il suo libro Ho amato tutto (Pacini Editore/Elledibook Edizioni, 2021). Conduce Francesca Petrucci.  Continua a leggere

Carmen al femminile

Si apre la Stagione Lirica “regolare” 2021/22 del Teatro di Pisa, dopo la Tosca estiva al Giardino Scotto e la Trilogia Verdiana di settembre, presentata come in forma di festival. All’insegna della storica collaborazione con il Teatro Goldoni di Livorno, sabato 13 e domenica 14 novembre un titolo raramente proposto nei cartelloni italiani: La Tragédie de Carmen, opera teatrale e cinematografica dell’iconico regista Peter Brook, sostenuto da Marius Constant per la trascrizione musicale e dallo sceneggiatore Jean–Claude Carrière per il testo.  Continua a leggere

Via alla Prosa con Lello Arena

Si inaugura finalmente una nuova Stagione di Prosa del Teatro di Pisa, con il primo dei sette titoli del Cartellone 2021/2022 ideato dal direttore artistico Silvano Patacca in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Sabato 6 e domenica 7 novembre è di scena Lello Arena in Parenti serpenti di Carmine Amoroso, regia di Luciano Melchionna. Non si tratta di un adattamento del celebre film di Monicelli del 1992 con Paolo Panelli nel ruolo che qui è interpretato da Arena, bensì della commedia originale da cui il film stesso fu tratto. Sabato alle 18 in Sala “Titta Ruffo” Lello Arena e la Compagnia, con la partecipazione del regista Melchionna, dialogheranno con il pubblico in un incontro coordinato dal Prof. Augusto Sainati, docente di Storia del Cinema all’Università di Napoli.  Continua a leggere

Su il sipario su Prosa e Danza

Concluso il trittico verdiano di settembre che ha riportato la Lirica tra le mura del Verdi, il Teatro di Pisa ha presentato le attesissime Stagioni di Prosa e Danza 2021/22 per un totale di tredici titoli da novembre a maggio tra i rispettivi Cartelloni. Le nuove Stagioni sono ancora il frutto della collaudata collaborazione tra la Fondazione Teatro di Pisa e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Una programmazione ricca e variegata per una ripartenza completa nel rispetto delle regole e delle norme sulla sicurezza, per la tutela del pubblico e degli artisti. La prevendita dei biglietti per tutte le rappresentazioni inizia venerdì 15 ottobre presso il Botteghino del Teatro (da sabato 16 anche telefonica, online e nel circuito Vivaticket).  Continua a leggere

I nuovi corsi di Fare Teatro

Questa settimana, dopo una prima conferenza stampa di presentazione, verranno illustrati nel dettaglio i corsi di Fare Teatro. L’ormai storico programma di attività formative del Teatro di Pisa quest’anno si propone l’obiettivo di ripartire “a pieni motori”, ma anche di sviluppare una riflessione su “come” ripartire. Non pare ancora possibile riproporre i percorsi in maniera meccanica e routinaria, sembra bensì sempre più necessario individuare un tema che faccia da spina dorsale a tutti i laboratori, collegandoli e legittimandoli provando a essere una risposta ai tempi attuali. Le presentazioni dei corsi si svolgeranno nella Sala Titta Ruffo del Teatro il 7 e l’8 ottobre.  Continua a leggere

L’Opera, il Teatro e la Città

Con il successo della Traviata di domenica 12 si è ripreso il cammino iniziato con la Tosca allestita a inizio agosto nella bellissima cornice del Giardino Scotto. Un cammino che ora, con questo primo capitolo di una trilogia verdiana con tre titoli in tre settimane, ha finalmente riportato il pubblico ad assistere a un’opera all’interno del nostro Teatro, che del Maestro di Busseto porta il nome da quasi centoventi anni. Qui, dove da troppo tempo mancava questo pubblico, le prossime domeniche 19 e 26 settembre Rigoletto e Trovatore faranno ancora segnare l’esaurimento dei posti disponibili, pur ridotti per le note norme emergenziali.  Continua a leggere

A settembre in Teatro

La Fondazione Teatro di Pisa ha finalmente potuto annunciare una riapertura completa dopo questo lunghissimo periodo di chiusura forzata per l’emergenza sanitaria. Dopo la prima apertura dello scorso autunno con l’evento inaugurale gratuito dei Concerti della Normale, la riapertura in maggio con Esodo di Simone Cristicchi, il Galà di Voci Liriche e i saggi di fine laboratorio di Fare Teatro, nel corso di un’altra conferenza stampa nel Foyer del Teatro sono state presentate le Stagioni 2021/22, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Pisa Pierpaolo Magnani. Un carnet ancora particolarmente ricco con cui si andranno a intrecciare altre iniziative, tra cui la consueta intensa attività formativa.  Continua a leggere