Teatro pieno, teatro di successo

Per il Teatro di Pisa, nel fiorire dell’estate, togliere il velo sui programmi preliminari delle successive Stagioni di fronte al proprio pubblico è un piacere a cui non si può più rinunciare. Specie se, dopo alcuni anni di questa recente ma ormai consolidata tradizione, non manca mai all’evento una partecipe rappresentanza di questo pubblico che ama il Teatro della sua città, come catalizzatore di cultura e come luogo in sé. E che da questo Teatro è così tanto ricambiato. Mercoledì 26 giugno, nella bella cornice pomeridiana del Foyer del Verdi, questo momento si è rinnovato. E la presentazione delle Stagioni 2019/2020 è stata la prima volta per la nuova Presidente della Fondazione Teatro di Pisa, Patrizia Paoletti TangheroniContinua a leggere

Alessandro Preziosi è Van Gogh

La Stagione di Prosa si appresta al giro di boa con il quarto degli otto spettacoli previsti in cartellone. E rinnova l’appuntamento con Alessandro Preziosi, applaudito dal pubblico pisano nel Don Giovanni di Molière in stagione 2014/15 e oggi protagonista in Van Gogh. L’odore assordante del bianco, al Teatro Verdi sabato 26 e domenica 27 gennaio. Il testo è il primo scritto da Stefano Massini, anche autore de L’ora del ricevimento che fu sul nostro palcoscenico nel 2017, interpretato da Fabrizio Bentivoglio. Con Van Gogh, Massini vinse il Premio Tondelli a Riccione Teatro 2005.  Continua a leggere

Di Lucia il dolce suono

Quarto titolo della Stagione Lirica del Verdi, in programma venerdì 18 e domenica 20 gennaio dopo la promozionale scuole e sociale di mercoledì 16, Lucia di Lammermoor è un appuntamento molto atteso anche per un’assenza dal palcoscenico pisano che dura dall’anno 2000. Il capolavoro romantico di Gaetano Donizetti è stato rappresentato molto frequentemente nei vari teatri della città a partire dalla prima pisana al Ravvivati nel 1838, che seguiva di tre anni il debutto assoluto al San Carlo di Napoli, fino a tutti gli anni Trenta del Novecento per poi farsi evento raro. In epoca moderna, prima dell’inizio di questo secolo, una sola messa in scena nel nostro teatro nella stagione del 1981.  Continua a leggere

I goliardi hanno sempre vent’anni

A tre anni di distanza da Otello, er moro di Pisa che proprio al Verdi trovò un maestoso debutto, vernacolo e risate tornano di casa nel nostro teatro con la più celebrata delle parodie goliardiche: martedì 18 dicembre il Crocchio Goliardi Spensierati e il Lions Club Pisa Certosa presentano Francesca da Rimini in un copione riscritto da Lorenzo Gremigni per la regia di Giuseppe Raimo. Uno spettacolo, come si legge sulla locandina, in cui si ride da morì, quindi portateci la sòcera… L’iniziativa è in favore della Fondazione Stella Maris per la realizzazione di una sala di attesa multisensoriale nell’ospedale pediatrico del Calambrone. Biglietti disponibili con prezzi dai 25 ai 10 euro.  Continua a leggere

Mosè in Egitto, la prima pisana

Il secondo titolo della Stagione Lirica del Teatro di Pisa rende ancora omaggio al Centocinquantenario della morte di Gioachino Rossini. Il suo Mosè in Egitto, in scena venerdì 9 e domenica 11 novembre dopo la promozionale del 7, è una prima pisana. Il capolavoro non è infatti mai andato in scena nella nostra città dal suo esordio assoluto, lontano duecento anni esatti. Sul podio il M° Francesco Pasqualetti dirige l’Orchestra della Toscana, la regia è di Lorenzo Maria Mucci. Le scene e i costumi, dell’artista cubano Josè Yaque con Valentina Bressan, sono realizzati con materiali di Officina SCART® di Waste Recycling, società toscana del Gruppo Herambiente specializzata nel trattamento e riciclo dei rifiuti industriali. Una scelta di impegno civile, questa da parte del Teatro, per testimoniare come anche dagli scarti possa nascere il bello.  Continua a leggere

Fare Teatro, verso l’anno nuovo

Ancora una volta è Fare Teatro, e ancora una volta è il Laboratorio di recitazione di 1° livello, a “riscaldare” gli spazi del Teatro Verdi quando l’estate va in archivio. Anche quest’anno, infatti, il saggio-spettacolo di questo laboratorio di formazione chiude in settembre il percorso dell’annata precedente e apre contemporaneamente la nuova: da martedì 25 a venerdì 28 settembre, in Sala Titta Ruffo ogni sera alle 21, i giovani partecipanti, dopo un lavoro avviato lo scorso ottobre e svolto sotto la coordinazione di Luca Biagiotti e Federico Guerri, sono i protagonisti di La notte in cui facemmo l’Italia unita, testo dello stesso Guerri. Successivamente, nella prima quindicina di ottobre in data ancora da definire, avrà luogo la presentazione dei Laboratori 2018/19Continua a leggere

Una casa da amare e rispettare

«Ho il gusto di dirvi che questo Teatro vi adora». Introduce così, il Presidente della Fondazione Teatro di Pisa Giuseppe Toscano, una volta vinta la visibile emozione che lo aveva frenato per lunghi istanti. È così che si lascia andare, rivolgendosi a quel pubblico da grandi occasioni che ha affollato il Foyer, arrivando a riempire le file di sedie che proseguono all’esterno sotto il loggiato. Giovedì 28 giugno, in questa lusinghiera cornice, il Teatro Verdi ha presentato in anteprima le Stagioni 2018/2019Continua a leggere

Con Rosalind Franklin chiude la Stagione Teatrale

Anche la Stagione di Prosa si conclude in questo mese di marzo: sabato 17 e domenica 18 è in scena al Verdi l’ultimo titolo, Il segreto della vita. Rosalind Franklin, con Lucia Mascino, che è subentrata ad Asia Argento protagonista femminile nella versione in tournée nella scorsa annata, e Filippo Dini che firma anche la regia. Lo spettacolo è la trasposizione italiana di Photograph 51 della drammaturga americana Anna Ziegler, messo in scena in origine nel West End con Nicole Kidman nei panni della studiosa che diede un fondamentale contributo alla biologia molecolare, fornendo per prima le prove sperimentali della struttura del DNA.  Continua a leggere

L’Italiana in Algeri è un evento cittadino

Con la prima pisana de L’Italiana in Algeri, al Teatro Costanti il 16 novembre 1814 a un anno e mezzo dalla prima assoluta veneziana, il giovane Gioachino Rossini si presentò per la prima volta al pubblico della nostra città. L’opera fu rappresentata con successo per alcuni anni nel teatro che poi fu Ravvivati e Rossi fino al 1828, prima di venire “dimenticata” fino alla messa in scena al Teatro Verdi nel 1983 a cui è seguita solo un’altra occasione nel cartellone 2007/2008. Ecco perché L’Italiana in Algeri che chiude la Stagione Lirica di quest’anno sabato 10 e domenica 11 marzo, firmata dal grande artista Ugo Nespolo per scene e costumi, da Stefano Vizioli per la regia, e diretta da Francesco Pasqualetti, è un grande evento per Pisa.  Continua a leggere

Il West di Puccini

La Stagione Lirica del Teatro di Pisa procede a inizio febbraio con il penultimo dei setti titoli in cartellone. La fanciulla del West di Giacomo Puccini, firmata da Ivan Stefanutti e diretta dal M° James Meena, torna sul palcoscenico del Verdi sabato 3 e domenica 4 dopo un’assenza che durava dalla Stagione 2001. All’opera è dedicata la presentazione-aperitivo di sabato 27 gennaio alle 11 nel Foyer. Interverranno Stefano Vizioli, direttore artistico del Verdi, il musicologo e critico musicale Cesare Orselli e Aldo Tarabella, direttore artistico del Teatro del Giglio di Lucca che è capofila di questa coproduzione che ha inaugurato la Stagione Lirica lucchese. La prima pisana della Fanciulla di Puccini fu al Verdi il 28 febbraio 1915.  Continua a leggere